Dandelion – Nativi digitali Edizioni, Writer’s Dream

Capita che un mio racconto, “la stanza” (titolo veramente brutto, ma quello è il titolo, punto) finisce in un’antologia promossa da Writer’s Dream e pubblicata dai tipi di Nativi Digitali Edizioni, in vendita dal 20 Aprile 2017, di cui metà del ricavato sarà devoluto a fine benefico.

Qui la pagina del libro.

Annunci

Parole cancellate

Parole è un progetto che si è generato così, da solo. Più in la magari ragionerò sul come è nato, riuscirò a spiegare che significa, che relazioni ha con la scrittura ma sopratutto con la lettura, inteso come processo fisico e mentale. Per ora mi limito a metterlo qui, dopo averlo presentato al “Magazzino delle idee” di Orvieto nel febbraio del 2014.

Chiara Luzi, curatrice della mostra, scrive:
Alla base del lavoro di Patrizio c’è la volontà di porre l’attenzione sul linguaggio e la sua evoluzione, su come ormai si sia drasticamente ridotto il tempo che dedichiamo alla lettura e di conseguenza come questo influisca sulla scrittura che diventa essenziale e breve.

Le parole interrompono il percorso di una linea nera che corre lungo tutto il testo; improvvisamente si liberano per dar vita a una nuova frase, corta e immediata. Cambiano la loro funzione e il significato, dato anche dall’interpretazione di chi legge, dando vita a nuove possibilità linguistiche e concettuali.

Parlando di questo lavoro non può non essere citata l’opera di Emilio Isgrò, teorico della “cancellatura”. Mentre quest’ultimo imposta il lavoro cancellando singole parole da testi storici, documenti e cartine, Patrizio elimina intere frasi di romanzi focalizzando l’attenzione su poche parole cariche di emotività.