di Amazon e ebook, e prezzi scontati, e formati proprietari, e forse non è sempre meglio Amazon.

Stamattina mi arriva la solita newsletter di Bookrepublic. E’ da poco uscito il nuovo libro di Viola di Gado (è già la seconda volta che parlo di un ebook questa autrice nel mio blog, avrò preso un qualche virus?) e il portale di vendita di ebook italiano, Bookrepublic appunto, mi invia un’email dove mi propone l’acquisto di “Cuore cavo”, come novità assoluta, in ebook, e vi affianca il famoso e pluritradotto “70 acrilico 30 lana” in offerta a 2 euro e 99 solo per oggi.

Schermata 2013-02-13 a 10.49.41

Nulla di strano: Bookrepublic fa spesso sconti giornalieri, e molte volte tra i libri scontati vi ho trovato testi che volevo acquistare, e che ho comprato con pochi euro rispetto al prezzo pieno. In questo caso il primo libro di Viola di Grado l’ho già letto, in cartaceo oltretutto, quindi l’ebook scontato non lo compro, ma mi viene subito un dubbio: questi ebook, in formato epub e pdf, scontati su Bookrepublic, li trovo anche su Amazon, in sconto? Andiamo a vedere:

Schermata 2013-02-13 a 10.44.09No. Su amazon, in formato Kindle, l’ebook è a prezzo normale. Aspetta, ma non era Amazon che sosteneva di avere sempre il prezzo più basso su ogni cosa venduta, libri ed ebook compresi?

Sì, e infatti c’è il trucco, che li giustifica, ma non gli rende comunque onore. Su Bookrepublic, se si vuole acquistare l’ebook della Viola Di Grado a 2,99€, scopriamo che è disponibile in tutti i formati digitali possibili, tranne quello mobi, per kindle, come si evince in basso, in questa immagine che segue, dal pallino rosso:

Schermata 2013-02-13 a 10.45.20

 

 

Su Amazon, invece, voi potete acquistare l’ebook nel solo formato mobi. E quindi ecco che Amazon, sul suo formato, mette il prezzo che vuole, in barba agli sconti giornalieri presenti su altri store.

Allora, qui ritorniamo al problema dei device con file proprietari, ovvero al problema che un consumatore deve porsi nel momento dell’acquisto di un lettore: conviene veramente un kindle, che ha un costo al pubblico quasi inferiore al suo valore di mercato, e quindi molto competitivo rispetto ad altri ereader, se poi non posso caricarci il libro in sconto offerto da Bookrepublic o altri store?

Non saprei.

Ho fatto un calcolo, andando a vedere lo storico acquisti del mio account di Bookrepublic: nel 2012 ho acquistato 46 ebook, dei quali il 90% in sconto o gratuiti (il mio cervello di consumatore/lettore risponde molto bene a queste offerte giornaliere dello store, proprio come i criceti da laboratorio), e ho speso un totale di 76 euro. Calcolatrice alla mano, ogni ebook l’ho pagato, in media, 1,65 euro. Ne ho letti quasi la metà, per carità, è vero che con questi sconti si tende ad accumulare, ma la questione è un’altra: quanto avrei speso se, invece di un ereader samsung (che come altre marche legge tutti i formati tranne il mobi), avessi avuto un Kindle? Avrei speso molto di più, o forse avrei comprato molti meno ebook.

Ecco, Amazon forse non è il paradiso dei lettori, come molti credono. Ecco.

Riflettete gente, riflettete. Tutto qua.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...