Comprare o scaricare ebook? Versione acquistata VS versione pirata, match1#

Ebook pubblicati dagli editori (e acquistati) VS ebook pirata (e gratis)


Premessa: nessuna casa editrice o distributore on line di ebook o setta segreta di hacker mi ha passato mazzette per il testo che leggerete.
Epilogo: io comunque acquisto ebook regolarmente, pagandoli… ma li scarico anche, gratis, regolare.

Ubik by Fanucci VS Ubik by Torrent

Chiedetevi perché spendere 5 euro per ogni libro di Philip K. Dick recentemente pubblicato in ebook dalla Fanucci se poi andate su google e trovate tutta la bibliografia di Dick gratuitamente scaricabile in pdf. La risposta ho provato a darmela.

Ho scaricato gli ebook piratati, e poi ho comprato un epub della Fanucci, protetto da social DRM. Per chi non lo sapesse, il social DRM è una protezione che fa apparire l’email dell’acquirente, così che la persona è scoraggiata dal diffonderlo gratis in rete. Però, una protezione così efficace non è, sopratutto se appare questo al posto della mia email:

Quasi quasi questo epub lo metto su torrent…

Sfogliando il libro, ehm, pardon, scrollando l’ebook pubblicato dalla Fanucci si apprezza l’impaginazione, l’indice a lato, e una cura nel testo che non si perde in nessun refuso, tutto è fluido come un epub deve essere:

Ubik in epub edito dalla Fanucci aperto con Adobe Digital Edition

Come si vede sull’ereader? Anche qui, ottima resa dell’impaginazione, dei rientri, note funzionanti, indice idem:

Ubik in epub edito dalla Fanucci aperto sull’ereader

 

Passiamo al pdf pirata? Innanzi tutto, è un pdf statico, senza note e link interni, ma presenta un ottimo indice, funzionante e preciso: questo è dovuto alla bontà e bravura del creatore del testo pirata, ma non tutti i pdf scaricati sono così, e lo vedremo nei post futuri. Chi conosce la differenza tra pdf e epub, però, può capire le difficoltà di leggere un pdf su un ereader: il tipo di formato del file non consente modificazione delle dimensioni del carattere, cambio font, ecc (non è un testo fluido, insomma). Apparte questo problema relativo al formato, il pdf pirata ha un’altra grande pecca: è impaginato a bandiera… semplicemente orribile.

Inoltre, il carattere è un arial o qualcosa di simile, quindi un carattere bastoni, non graziato, e provate a leggerle voi 200 pagine di un romanzo scritto in carattere arial e poi mi dite se siete usciti indenni dall’impresa.

Ubik PDF scaricato, lettura a schermo, menù, lettura su ereader

Quindi, abbiamo già un primo verdetto? Ebook acquistato batte ebook pirata 3a2? ovvero: il primo ha un’ottima impaginazione, è un testo fluido e presenta menù e capitoli; il secondo ha solo il menù, di decente, oltre al fatto di essere gratis?
Il match non è ancora finito: questa versione dell’ebook pirata che ho trovato su torrent nasconde una sorpresa piacevole, una chicca, una perla nascosta che potrebbe spazzare via, in poco tempo, tutto il vantaggio del testo giustificato, graziato e ben impaginato dell’edizione Fanucci: nel PDF pirata, dopo il romanzo, c’è la sceneggiatura completa scritta da Dick per l’adattamento cinematografico di Ubik. Punto.

Allora mi sorge un dubbio: che l’editore Fanucci non si sia accorto che la versione pirata che esiste in rete abbia questa aggiunta nel finale? Gli editori, prima di pubblicare un libro, non fanno ricerche su google? Oppure se ne sono accorti ma han pubblicato comunque un’autore di cui hanno i diritti pensando che in futuro potrebbero anche pubblicare la sceneggiatura, in un ebook a parte magari, facendolo pagare altri 5 euro? Insomma, non so voi ma io, fossi stato in Fanucci, questa cosa della sceneggiatura l’avrei pensata (forse non hanno i diritti…), però, visto che devono battersi contro la pirateria, che lo facessero bene, anzi al meglio! Si fanno pagare un ebook 5 euro (che rimane comunque un prezzo onestissimo), quando il libro già esiste in rete da qualche anno, gratis… impaginato orridamente, ok, e in pdf, ok: siamo tutti d’accordo che l’edizione Fanucci potrebbe valere i 5 euro spesi ma, con quella sceneggiatura in più, l’ebook pirata mi stuzzica il palato.

Se Fanucci avesse pubblicato il romanzo in ebook a 5 euro con uno strillo o uno slogan che informava anche della presenza della sceneggiatura all’interno? Lo avrebbero venduto alla grande e io neanche ci pensavo ad andarmelo a cercare su Google.

Risultato: 3a3, fischio finale, partita finita in pareggio.
A voi la scelta, tra il pirata e il legale!

Questo gioco forse continua… con un nuovo ebook, nel prossimo match di “ebook acquistato VS ebook piratato” (sempre se non mi arrestano prima, chi lo sa… )
Ciao!

Annunci

  1. Ciao.
    Credo che l’assegnazione dei punti non tenga conto del peso delle caratteristiche esaminate.
    Si parla di libri, quindi di lettura. L’impaginazione e la forma hanno un peso specifico maggiore.
    Quando ero a naja, scrivevo le lettere sulla carta igienica in mancanza di fogli. Vuoi mettere però aprire una busta e trovarsi uno strato a tre veli invece di un bella carta di grana spessa e una calligrafia precisa e sensuale?
    🙂

    • Ciao Sergio. Grazie del commento. E’ che l’arbitro imparziale è noioso… non scalda il pubblico. L’importanza dell’impaginazione e del forma(to) combattono con il prezzo… e forse questo ha un peso ancora maggiore dei primi due parlando di ebook.I goal non sono tutti uguali ma valgono 1, in tutte le partite… che poi io odio il calcio…
      Comunque, se hai consigli su come arbitrare meglio i prossimi match, sono tutto orecchie!

  2. I tuoi post sono sempre interessantissimi… caspita! Però da buona redattrice mi vien da dire che l’assenza della sillabazione del testo lascia delle righe larghe orribili nell’impaginato… almeno così si vede nelle immagini che hai messo nel post. Un meno meno all’e-book originale! Aspetterò con ansia il prossimo match… che tra parentesi è più avvincente di quello schifo di Europei, per cui hanno pagato con la vita migliaia di cani!

    • Ciao denisocka. Grazie della visita e del ‘caspita’! In effetti l’epub originale, anche se è un testo fluido, che quindi si adatta alla pagina e alla dimensione del carattere che selezioni, ha questa pecca della sillabazione inesistente: i device dovrebbero incorporare nel software la sillabazione per ogni lingua, così da giustificare il testo e andare accapo e rendere dencente il kern (lo spazio tra le lettere e le parole). Forse gli ereader più recenti hanno questa funzione, ma non te lo saprei dire con sicurezza…
      Per il prossimo match, hai un biglietto per la tribuna assicurato, per te e famiglia (cani compresi).
      😉

  3. Ciao,
    lascio un commento solo per segnalarti che proprio Fanucci aveva già pubblicato una versione di Ubik omprensiva della sceneggiatura in fomrato tascabile, quindi immagino la versione pirata sia lo scan di quella. ^_^

    Io faccio parte ancora della categoria che un libro lo preferisce in versione cartacea, ma capisco perfettamente sia la comodità che l’aspetto ecologico del libro digitale.

    PS: ti aggiungo ai link del mio blog visto che ti interessi di letteratura/narrazione, argomenti che, anche se in modo diverso, affronto spesso anche io.

    A presto!

    • Ciao Kalyth,
      per prima cosa grazie del commento.

      La versione scaricata, sai, è fatta molto bene, e dopo aver indagato con l’agente segreto Mr. Google ho scoperto che è stata creata da un prof. universitario di matematica, circa 10 anni fa. Da quello che mi dici, molto probabilmente lui ha scannerizzato il volume della Fanucci, ma lo ha fatto con il sistema OCR (ovvero non ha creato dei pdf ”immagine” ma ha decodificato il testo scritto rendendolo testo digitale). Grazie della segnalazione comunque.

      Per il preferire carta o digitale, ti dico che io preferisco il libro (sia in byte che stampato). Punto. 🙂 Leggo sia digitale (su ereader) che cartaceo, la differenza tra le due esperienze di lettura c’è, ma ti assicuro che ognuna ha i suoi pro e i suoi contro. Sempre di lettura si tratta però, ti consiglio di provarci (usciranno a breve ereader molto economici 😉 )

      Infine, grazie, verrò a spulciare nel tuo wordpress, ho visto ”robe” di fantascienza e la cosa già mi piace. Ciao!

      • Sì be, un kindle in casa c’è (l’ho regalato alla mia ragazza a Natale e lo usa tantissimo), quindi qualche tentativo lo farò, soprattutto magari per qualche volume in originale che non si trova in giro/su Amazon.

        Ti aspetto quando vuoi!

  4. Pingback: Comprare o scaricare ebook? Quando quello acquistato “deve” essere hackerato per poter essere letto. | esplosionementale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...